Home Altri sport Tutto pronto a Pescara per i Campionati Italiani Traina Costiera

Tutto pronto a Pescara per i Campionati Italiani Traina Costiera

179
0
La presentazione dei Campionati Italiani Traina Costiera

Sono 35 gli equipaggi che si contendono il titolo di Campione Italiano Traina Costiera nell’evento che si svolge venerdì 14 e sabato 15 settembre nello specchio d’acqua da uno a 6 miglia al largo della costa tra Montesilvano (fiume Saline) e il porto turistico Marina di Pescara.

Un record di iscrizioni che sta già portando nel capoluogo adriatico circa 180 addetti ai lavori tra equipaggi, skipper, giudici di gara e rappresentanti delle istituzioni federali collegate come la Fipsas, Federazione Italiana pesca sportiva e attività subacquee.

La XXXIII edizione del Campionato Italiano Traina Costiera è promossa dall’associazione sportiva Dolphin Club di Pescara in collaborazione con la sezione provinciale di Pescara dell’Assonautica Italiana.

L’evento è stato presentato oggi nella sede di Pescara della Regione Abruzzo (sala Filomena Delli Castelli alle ore 11) dall’assessore allo Sport Silvio Paolucci, dal direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e Sport della Regione Abruzzo Francesco Di Filippo, dal presidente dell’Asd Dolphin di Pescara Maurizio Scurti, dal direttore dell’organizzazione di gara Sandro Tranquilli di Assonautica Pescara, dal presidente regionale Fipsas Carlo Paolini, dal presidente provinciale Fipsas avvocato Christian Di Sabatino, dal direttore della sezione Assonautica Pescara Pierpaolo Razzi e dal responsabile dello sportello del Mare (Assonautica e Camera di Commercio di Pescara) Giacomo Fanesi.

La cerimonia solenne di inaugurazione è in programma per domani giovedì 13 alle ore 18 nel Padiglione della Camera di Commercio di Pescara presso il Marina: briefing con l’inno nazionale, appello degli equipaggi e presentazione del programma di gara.

Il via ai Campionati è previsto per venerdì 14 alle ore 8 di mattina con termine per le ore 14 del pomeriggio. Stessi orari per sabato 15 con possibilità di recupero domenica 16 nel caso di maltempo. Verso le ore 15 di entrambe le giornate nello spazio dell’anfiteatro del Marina avverrà l’attesa “pesatura” del pescato che alla fine della due giorni decreterà la proclamazione del Campione d’Italia che parteciperà di diritto ai Mondiali di categoria l’anno prossimo.

L’equipaggio che attualmente detiene il titolo è costituito dalla coppia Gorgerino – Cavagnero del C.N. Andora (Savona), ma dalla Liguria sono arrivati ben 18 equipaggi molto competitivi. Molti provengono dalla Sicilia, dalla Puglia e dall’Emilia Romagna.

Con i colori dell’Abruzzo partecipano 5 circoli: 2 di Pescara, 2 di lanciano e 1 di Ortona. Si tratta delle coppie Paolo Di Nizio – Maurizio Scurti e Carmine Truglio – Adriano Trabucco dell’A.s.d. Dolphin di Pescara, Pascucci – Paolini del Fishing Team di Ortona, Luigi Cerrone – Luciano Nanni dell’A.s.d. Kinetic di Lanciano e Francesco Di Tonto – Vittorio Salis dell’A.s.d. Anglers Team sempre di Lanciano. Le altre imbarcazioni provengono da tutti i circoli nautici italiani.

Vince chi prende più pesci e più grossi. In questo periodo al largo della costa abruzzese sono presenti in particolare banchi di tonnetti alletterati e poi palamite, lampughe, sgombri e sugarelli. Da rilevare che l’intero pescato, bottino dei due giorni di gara, verrà dato in beneficenza alla Caritas di Pescara, in particolare alla Mensa di Sant’Antonio.

La premiazione con il podio del vincitore è prevista alle ore 18,30 di sabato 15. A seguire serata di gala e cena conclusiva nel Ristorante Franco all’interno della suggestiva cornice del Marina.

“Un successo senza precedenti – sottolinea Sandro Tranquilli, responsabile dell’organizzazione della manifestazione per conto della sezione locale di Assonautica – che ci rende orgogliosi. Il Marina sta dimostrando di poter contenere eventi sportivi di alto calibro, come anche tutto il sistema ricettivo che fa da contorno ed è fondamentale per la riuscita degli eventi. E’ la seconda volta che il nostro Porto Turistico accoglie questi campionati. Già 4 anni fa, nel 2014, fu un gran successo, e chi arriva oggi sa di trovare un’ottima struttura di appoggio”.

“Ogni equipaggio è formato da 4 persone – spiega Maurizio Scurti presidente dell’A.s.d. Dolphin Club Pescara – di cui due gareggiano con le canne da pesca (se ne possono usare massimo 6), uno è lo skipper e l’altro un giudice che deve controllare che il pescato corrisponda alle regole di gara”.

“Questa manifestazione – aggiunge Carlo Paolini, presidente regionale della Fipsas, Federazione Italiana Pesca Sportiva e attività subacquee – è una piccola sfida per dimostrare ai vertici della Federazione e alle istituzioni che il Marina di Pescara è un gioiello da valorizzare anche e soprattutto per scopi agonistici oltre che per diporto. D’altronde gli equipaggi coinvolti in questi eventi portano con sé tutta la famiglia e quindi creano un ritorno economico e d’immagine notevole”.

“Il Campionato Italiano di Traina Costiera può apparire un evento di nicchia per addetti ai lavori – sottolinea l’assessore Silvio Paolucci – invece, al di là del valore sportivo della competizione, si tratta di un’altra occasione per promuovere il nostro territorio, in questo caso la nostra splendida costa e in particolare le strutture del Marina di Pescara, e porre nuovamente l’Abruzzo al centro dell’attenzione per una disciplina che è molto spettacolare ed affascinante”.