Home Altri sport Stella di Bronzo al dirigente della Pallamano Città Sant’Angelo Enio Remigio

Stella di Bronzo al dirigente della Pallamano Città Sant’Angelo Enio Remigio

158
0
ENIO REMIGIO PREMIATO

Nella suggestiva sala del Consiglio Comunale di Pescara, il Coni nazionale, tramite il vice Sindaco Blasioli premia Il merito sportivo con la Stella di Bronzo il dirigente della Pallamano Città Sant’Angelo Enio Remigio. Nato a Città Sant’Angelo nel 1962 è sposato con Morena, ha una figlia ,Francesca, universitaria di 21 anni, la vita lavorativa svolta è quella di Impiegato negli enti pubblici e privati.

Dal 2017 è delegato regionale della Federazione Italiana Giuoco Handball ma le funzioni dirigenziali con cui ha avuto riconoscimento sono principalmente per quelle svolte nella sua società storica quella della Pallamano Città Sant’Angelo che quest’anno festeggia i suoi primi 40 anni di vita.

Prima di diventare dirigente ha avuto una buona carriera di giocatore tra il 1978 ed il 1995 con il Città Sant’Angelo ed una stagione con l’Handball Pescara (partecipa ai campionati di serie D, C, B e A2 con relative promozioni). Dal 1996, dopo la prematura scomparsa del fondatore ,il maestro Tonino Castagna, assume la funzione di dirigente con occhio particolare verso la promozione della disciplina e la gestione delle formazioni giovanili. Nell 2006 assume la carica di Presidente che lascia a luglio 2016 nelle mani del fratello Fabrizio. Successivamente diventa vice Presidente curando diversi aspetti della società. Nel 2014 promuove, quella che lui ritiene il fiore all’occhiello, una proficua collaborazione di integrazione sociale tra la sua Pallamano Città Sant’Angelo e la Fondazione Casa del Sole che prevalentemente si occupa di un gruppo di ragazzi adulti che ha seri problemi di autismo. Inoltre cura i rapporti tra la società angolana con il mondo scolastico e la Federazione Italiana Giuoco Handball. Tra le iniziative sportive di Enio Remigio sicuramente degna di nota è la fondazione del Volley Città Sant’Angelo nel lontano 2007, diventandone Presidente nel 2010, incarico tenuto fino a luglio 2018. Nella stagione sportiva in corso gli è stato offerto un posto di dirigente nella società di volley del Manoppello Arabona, attuale capolista della serie C femminile, per prendersi cura delle relazioni con gli enti pubblici e i media.

A margine della cerimonia Enio Remigio confessa che condivide il premio con i suoi amici storici e collaboratori della pallamano Fabrizio Remigio e Michele Guerra.