Home Basket Il derby Chieti-Teramo va ai teatini

Il derby Chieti-Teramo va ai teatini

125
0
TEATE BASKET CHIETI – ADRIATICA PRESS TERAMO

Dopo la grande vittoria contro Civitanova, l’Adriatica Press Teramo non riesce nell’impresa di espugnare il PalaTricalle, perdendo il derby contro la Teate Chieti 85 a 62. Punteggio che parla in modo eloquente e che fotografa in maniera nitida il match, con i teatini che, escluso un primo quarto equilibrato, hanno dominato per i restanti 30 minuti dimostrando di essere meritatamente la seconda forza del campionato.

Partita che oggettivamente era difficilissima da vincere per Marsili e compagni in quanto hanno dovuto fronteggiare un avversario in striscia positiva da 12 incontri, con un roster lunghissimo (Coen si è potuto permettere di non schierare Migliori facendo turnover) ed oggettivamente molto più forte sotto tutti gli aspetti. A questo aggiungiamo che i teatini erano anche motivati a blindare matematicamente il secondo posto per poter poi gestire con calma il roster in vista dei playoff. Il 28^ turno però ha sorriso ugualmente all’Adriatica Press e bisogna ringraziare i cugini di Campli che, battendo Porto Sant’Elpidio, non hanno permesso ai marchigiani l’aggancio in classifica, con il derby di domenica prossima, proprio contro i farnesi, che si preannuncia avvincente e che potrà dare in caso di vittoria la matematica certezza al Teramo del miglior piazzamento nella griglia playout.

Per quanto riguarda la cronaca del match, l’Adriatica Press approccia molto bene nella prima frazione schierando una difesa a zona che risulta essere un po’ indigesta ai padroni di casa. Gialloreto e Ponziani provano a dare la scossa ma il Teramo, seppur a fatica, riesce comunque a restare a contatto chiudendo i primi dieci minuti sul 21-18.

Il prologo quindi fa ben sperare, quantomeno in una partita combattuta, ed invece nel secondo quarto il Chieti preme in maniera decisa sull’acceleratore. Il protagonista in questo frangente è uno scatenato Radonjic che realizza ben 13 punti, coadiuvato da una manovra offensiva collettiva più fluida e da una difesa molto fisica che tende a soffocare le principali bocche da fuoco teramane (Fabi in primis). Il break che ne scaturisce è devastante ed il punteggio all’intervallo vede i teatini avanti sul 47-27.

L’ultimo sussulto il Teramo lo ha ad inizio ripresa, con un parziale di 8-0 firmato da due triple di Marsili (47-35 al 22′). Il Chieti però, dopo una leggera sbandata, riprende a macinare gioco chiudendo la pratica già nel terzo quarto (68-43 il parziale). L’ultima frazione è puro garbage time, con entrambi i coach a dare spazio anche ai giovani Rossi, Sigismondi e Berardi.

Adesso si tornerà a lavorare in palestra per il Derby con la D maiuscola contro Campli. Sarà il match point per chiudere il discorso riguardo il miglior piazzamento nei playout ma occhio ovviamente a prendere sottogamba i farnesi, rivitalizzati più che mai dal primo successo stagionale. I ragazzi di coach Domizioli però sono consapevoli di questo e saranno prontissimi per ottenere la vittoria e trovare le giuste energie per questo finale di stagione.

TEATE BASKET CHIETI – ADRIATICA PRESS TERAMO 85-62

(21-18, 26-9, 21-16, 17-19)

Teate Basket Chieti: Berardi, Milojevic 9, Meluzzi 10, Di Carmine 6, Gialloreto 13, Radonjic 15, Sigismondi 2, Di Emidio 13, Ponziani 10, Staffieri 2, Gueye 7, Migliori ne. Coach: Piero Coen

Adriatica Press Teramo: Aromando 14, Rossi 2, Costa 7, Kekovic 9, Fabi 7, Marsili 13, Massotti ne, Lagioia ne, Sebrek, Canelo 5, Di Diomede 5. Coach: Massimiliano Domizioli